Il racconto di Elisa

Il racconto di Elisa

storie-altrotempo

Una mamma di Altrotempo ZeroSei, a San Mauro

Il premio è un incentivo più efficace della punizione. Per molti è forse un fatto noto; per me è stata una piccola illuminazione, per la quale devo ringraziare Sabina e Patrizia, la pedagogista e l’educatrice che hanno animato gli incontri di “Chiacchiere, tazzine e tazzone” a San Mauro Torinese.
Quando abbiamo iniziato, mia figlia era da poco entrata nella temutissima fase dei due anni e mi ritrovavo a dover fronteggiare i suoi primi importanti capricci. Ho una bambina abbastanza tranquilla, ma caparbia, e più di una volta mi sono sentita impreparata, sprovvista delle risorse necessarie per gestire le crisi causate dal contrapporsi della sua volontà alla mia. È passato qualche mese e nel frattempo, com’è fisiologico, lei ed io siamo cresciute insieme e ho imparato molto anche attraverso di lei.
Gli incontri con Sabina, Patrizia e le altre mamme del gruppo mi hanno accompagnato in questo periodo regalandomi un’opportunità preziosa: riflettere sul mio modo di essere genitore, condividere le mie storie e ascoltare quelle delle altre. Ci sono molti luoghi virtuali in cui si fa qualcosa di vagamente simile (gruppi sul web o su WhatsApp, blog…), anche utili o divertenti. Ma “Chiacchiere, tazzine e tazzone” è molto di più: uno spazio fisico in cui ci si incontra faccia a faccia, qualcuna con un bebè in braccio, tenute per mano da due professioniste, mamme come le altre, con in più le competenze della loro professione. E questo fa la differenza.
Una tazza di tè, una fetta di torta, il potere benefico del confronto e pillole di pedagogia… I dubbi e le difficoltà riguardanti l’educazione di mia figlia mi accompagneranno sempre, è ovvio, però adesso mi sento meno spersa, più fiduciosa e consapevole. Spiragli di luce nel mezzo di questa nostra appassionante oscura via.

Elisa, mamma di Beatrice, che ha partecipato al laboratorio “Chiacchiere, tazzine e tazzone”, organizzato ed ospitato da Bimboporto a San Mauro

 

X